Home   Giocare con Munari   Beba   Il Lab   Proposte  Mostre Lab   Gioco Arte   Libri   Chi è BM  Video  Bibliografia   Press   Eventi        

 
 

 

 

Un incontro illuminante


La storia del mio Laboratorio inizia con l’incontro-scoperta di Bruno Munari e del suo “fare concreto”. Mi hanno conquistata il suo approccio al mondo dei bambini e le sue azioni-gioco; il suo mostrare come si fa, senza tante spiegazioni, per incuriosirli e invogliarli.

                                 
                             

 

Una meravigliosa avventura che inizia insieme a Bruno Munari a fine anni Settanta!

Per molti anni abbiamo inaugurato le attività con la bella iniziativa “Giocare con Munari”, cui ho dedicato una pagina specifica.

 "Che cosa si può fare con un foglio di carta e una puntatrice?"

 

Nascita del Laboratorio

Il primo Laboratorio è nato a Monza, l’ho fondato insieme a Maria Luisa Grimani nel 1978; poco dopo ho aperto una “succursale” a Milano, in casa, e nel 1986 mi sono trasferita nella sede attuale di via Bonaventura Cavalieri 6.

 

Inaugurazione del Laboratorio milanese con una mostra didattica dei lavori dei bambini

 

                           

 

Il Laboratorio si presenta

 

Questo bel pieghevole è un progetto di Munari: la caratterizzazione grafica del bordo a pallini neri è stata poi ripresa da altri... e a questo proposito Bruno osservava: “se una cosa viene copiata vuol dire che piace molto!”.

Programma attività 1989-1990

clicca per ingrandire

 

Inizialmente i corsi sono rivolti ai bambini da sei a dieci anni e gli argomenti presentati riguardano le tecniche base della Comunicazione visiva. In seguito vengono proposti dei corsi di aggiornamento sulle metodologie didattiche di Munari e alcuni corsi per adulti: “alla scoperta del piacere di fare e capire facendo”.

Il colore variava ogni anno, diventandone il leitmotiv, compreso il buffet per la mostra di fine anno!

 

clicca per ingrandire

 

 

Le proposte del Laboratorio

Dopo le esperienze con Munari nei laboratori tattili ho voluto promuovere una Educazione al tatto rivolta ai bambini della scuola dell’infanzia. Nel 1988 si inaugura l’anno con il Bosco tattile, si sperimenta a lungo, finché nel 1991 si propone ai piccoli un Corso multisensoriale cui si affiancano due nuovi corsi: il Gioco dell’arte e Disegnare la natura dedicato ai ragazzi più grandicelli.

 

Programma attività 1991-1992

clicca per ingrandire

 

Nel 1993 nascono due nuovi corsi: Giocare con le parole, rivolto ai ragazzi dagli otto ai dodici anni, e Giochiamo insieme dedicato ai piccolissimi e a mamme nonne, zie... L’attenzione del Laboratorio, d’ora in poi, si rivolge a bambini, ragazzi e a insegnanti per la formazione. Si abbandonano i corsi dedicati agli adulti che tanto hanno contribuito alla mia formazione.

 

Programma attività 1996-1997

clicca per ingrandire

Per le proposte recenti visita la pagina "proposte"

Dopo numerosi anni di ricerche, sperimentazioni e approfondimenti in Laboratorio, nascono i progetti Materie, Scritture, Libri e Natura, in seguito proposti alla Fondazione Bandera per l’Arte dove ho attivato, in collaborazione con Michela Dezzani, un laboratorio permanente dal 1998 al 2005. Attività ed esperienze che ho raccontato nei miei libri, pertanto non mi dilungo nel descriverne i programmi.

 

Dai temi “classici” di Bruno Munari alle mie ricerche personali

 

Vorrei invece soffermarmi su alcuni laboratori che ho ideato, seguendo i principi fondamentali del metodo, come per es: il Bosco tattile, il Labirinto tattile, il Laboratorio bianco, i Giardini secchi, Ikebana, Come è fatto un fiore, Una foglia, un albero, un bosco, L'albero dei desideri, Punti, linee e sentimenti, A passeggio con la linea, Segni e scritture per citarne alcuni.

 

 

Bosco tattile al Lab, 1988: è piaciuto molto a Munari, tanto che ha inserito alcune foto nel suo libro Codice Ovvio.

 

 

 

 

Labirinto tattile. Il primo labirinto è stato sperimentato al Laboratorio nel 1988. In seguito l'ho proposto al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza (1993) e alla Società Umanitaria di Milano in occasione della mostra di Munari Adulti e bambini in zone inesplorate (1994).
 

 

 

     

 
   

Adulti e bambini giocano insieme all'Umanitaria

 
     
 
     
   

 

 

Laboratorio bianco. Indimenticabile l'esperienza con i partecipanti al corso di aggiornamento a Faenza nel Laboratorio "Giocare con l'Arte" del Museo Internazionale delle Ceramiche, diretto di Ivana Anconelli (1994). E poi l'allestimento di un altra "merenda bianca" nel Teatro Ducale di Parma.

 

 

Quanti strumenti e quanti segni diversi!

 

 

Carte manipolate e ritagliate per l'allestimento della merenda.

 

 

Giardini secchi, nato dopo la visita al giardino Zen di Ryoan-ji a Kyoto insieme a Munari. E a Cremona, ricordo il bell'allestimento curato dalla libreria che lo ha promosso, oltre all’entusiasmo e la concentrazione dei bambini, quasi fossimo per davvero all’interno di un tempio orientale...

 

Paesaggi fantastici con sabbia, sassi e legni del Po, Cremona 1995

   

   

         
   

Giardini secchi portatili e antiche città nel deserto

   

 

Ikebana, nato dalla mia passione per i fiori e l’Oriente, lo esperimento al Lab (1989), e poi, con Bruno e i suoi suggerimenti, il magnifico “Giocare con Munari”, 1990.

 

               
                   
               
                   
              Il Metodo Bruno Munari® in azione: Ikebana e Frottage con Beba Restelli Un mondo di cose, Junior TV, 1990  https://youtu.be/x8AtbE1oKr0  
                   

Come è fatto un fiore, nato “per caso” al Laboratorio mentre i bambini esploravano i fiori... è bastato cogliere quanto stavano facendo loro e trasformare la proposta di attività che avevo in mente.

 

   

 

       

      

             
   

   

 

 

Laboratorio presso lo showroom Green Wise Milano in occasione di Brera Design Days 2019. Photo Riccardo Dogana.

 

Una foglia, un albero, un bosco. Una foglia, se ben osservata, ci dice molte cose, mettiamole in relazione e scopriremo un bosco...

 

 

 

 

           
 

Un albero o una foglia di cavolo?

 

 

Ma non lasciamola tutta sola...

Un bosco di foglie...

           
 

 

 

 

 

                      

                             I boschi animati dei bambini

E Fare libri, un tema su cui ho lavorato a lungo: da quelli sagomati a quelli per volare, dai libri da tessere ai libri golosi, ai libri delle macchie e così via.

 

 
Libri per volare, ovvero un libro può comunicare la leggerezza? Si comincia con un'azione-gioco e si conclude, dopo la riflessione e la ricerca del titolo, con la presentazione del libro.
 

      

 

I bambini presentano i loro lavori, anche i timidi...

 

 

 

         

Libri specchio

 

Il libro nasce nella piega, anche asimmetrica...

 

Ma quante sorprese!

         

 

 

         

Libri illeggibili in scatola

 

Libro illeggibile sagomato

 

Libri da tessere

 

 

 

 

 

   

Libro per tutti i sensi

Il mio primo libro

 

 

 

In particolare il libro Il gioco di Alfa e Beta. Tra segni e scritture secondo il Metodo Bruno Munari® è frutto di una mia ricerca e passione personale, sviluppatasi accanto alle riflessioni e alle opere di Marisa Grimani, e di molti anni di esperienze e scoperte, a partire dagli insegnamenti di Munari e dall’approfondimento della tecnica sul segno.

 

Giocare con le parole al Laboratorio, 2001

 

Gli aroco dei bambini. Scritture simboliche fatte con oggetti, come usavano alcune popolazioni in Nigeria.

 
 
 
Lettere animate e "vestite"
 
 
Il gioco della firma
 
 
 

Calligrammi: i bambini rendono visibile la madre terra, il sole e l’acqua nel Cantico della Creature di San Francesco.

 
 
 

Progetto Scrittura nelle Scuole dell’Infanzia e Istituto Comprensivo di Primiero, 2007-2008

 

Quando ancora non esisteva l’alfabeto... Scritture mnemoniche a percezione tattile.

 
 

Mostre-Lab, Scritture. Cliccare sulle immagini in La Bottega dell’arte per vedere la mostra delle opere realizzate dai bambini.

 
 

Lettere animate e scritture illeggibili (4 e 5 anni)

 
 

La M di Marco

Massimiliano pensando a Zorro... Una lettera alla mamma
 
 

Scritture figurate per creare nuove immagini in forma di libro

 
     

Costruiamo un libro

Scriviamo il nome Disegniamo con le parole
 
 

Calligrammi: quando la parola diventa immagine

 
 
 
Le collaborazioni con Munari (1979-1994)

 clicca qui

 
 

I corsi di aggiornamento e formazione per la diffusione dei laboratori e del metodo

Sono molti i laboratori e i corsi realizzati presso scuole e biblioteche negli anni Ottanta a Milano e dintorni, tra cui, per citarne alcune, la scuola di via Marche a Monza, la scuola Montessori di via Milazzo e altre a Milano, Bollate, Cinisello, Seregno, Novate Milanese...

In seguito sono arrivate richieste da tutta Italia, dal Nord al Sud, isole comprese. Comincio con citare i corsi più recenti, soffermandomi in particolare su quelli svolti con una certa continuità.

Museo Storico di Lecce, Picturebook Festival, 2020

Il corso più recente è stato sul tema “Giocare con la natura. A lezione da Bruno Munari”, condotto presso il Museo Storico di Lecce, in occasione del Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi, Picturebook, 24-26 gennaio 2020. Per il programma si veda http://www.leccepicturebook.it/

Il percorso è stato ben descritto da un'insegnante che vi ha partecipato e che potete trovare sul seguente sito:

http://www.unicornidicarta.it/metodo-munari-un-pomeriggio-con-beba-restelli/

 

     

Come nascono le idee? Alessandro Sanna in azione dopo aver osservato le texture ottenute sperimentando la tecnica del frottage.

     

Cagliari, 2019

Docenza per il servizio di formazione e animazione ambientale per la realizzazione delle azioni di rete destinate al sistema regionale InFEAS.

 

 

Piccole collezioni per mostre effimere

 
     

 

 

Arte in natura

 

Cagliari, 2007

Laboratorio costruzione del libro e Parole in libertà in collaborazione con Chiara Carminati per il Festival W la Libretà! Racconti, visioni e libri disubbidienti, a cura di Tuttestorie.

 

 

     
clicca per ingrandire   clicca per ingrandire

 

   

Cagliari, 2004

Formazione rivolta ai bibliotecari dell’isola sul tema Fare libri: dalla manipolazione della carta alla costruzione di libri plurisensoriali. In collaborazione con la libreria Tuttestorie di Cagliari.

 

Cesena, Scuola Bruno Munari, 2018 – 2008 - 2007 - 2006

 

Per molti anni ho condotto vari corsi di aggiornamento nella bella scuola Bruno Munari diretta da Simonetta Ferrari, che ha sempre seguito con interesse e partecipazione gli incontri. Dal progetto Materie alle Tecniche di base: Forma, Segno, Colore; dal Fare libri per tuti i sensi a Nella natura con... tatto.
 

 
       

Un libro campionario

Un libro morbido con sorprese

Un filo per giocare

 
       

 

 

Arte in natura:

opere di gruppo nate da collezioni individuali

 

 

 

   
       

 
       
Alla scoperta dei punti

Un campionario di linee

Linee libere

 
       

 

     

Alberi e boschi fantastici nati da semplici foglie.

Con Simonetta Ferrari, direttrice della scuola.

     

 

 

Progetto Convitto Art Lab, Palermo, 2017

Il progetto comprende una serie di laboratori dedicati ai ragazzi della scuola primaria: Fare libri, tra il leggibile e l’illeggibile e Fotocopie originali per i ragazzi della prima media.

Inoltre tre incontri rivolti agli insegnanti sul tema Intrecci di carte, di reti e di vita.
 
   

convittoartlab.wordpress.com

 

Giocare con l’arte: laboratori didattici e corso di formazione secondo il Metodo Bruno Munari®, presso il Convitto G. Falcone, Palermo, 2011

Cinque laboratori rivolti ai bambini sulle tecniche di base e quattro incontri di formazione sui temi di: Forme e formati, Textures e tecnica del frottage, Segni e disegni, Colori ed emozioni.

 

clicca per ingrandire

 

     

Ogni bambino traccia la sua linea

Come far nascere le idee dei bambini?

 
     

     

Osserviamo le linee e chiediamo: che cosa fanno venire in mente?

   
     
     
Inventiamo un nuovo alfabeto Scritture illeggibili in forma di libro E quanto interessano i libri dei compagni!
     

Percorsi di formazione specialistica (PFS) 2009-2011 per il secondo Master Formazione primo Master 2004-2005

Pesaro, incontri di formazione rivolti agli educatori museali dei Musei Civici di Pesaro, 2004

Roma, Istituto Massimo, 2007/08 -2008/09

Fiera di Primiero, 2007/2008

Vedi qui sopra Progetto Scrittura e Scritture in Mostra-lab

Progetto Libri da viaggio, Gavoi, 2006

Incontri di formazione e laboratori sui temi: La pelle di Gavoi, Primi libri: colori ed emozioni; Io vorrei... ovvero i sogni dei ragazzi in forma di libro che danno vita a “L’Albero dei desideri” nella piazza della città. E che bella sorpresa quando al gruppo si unisce anche Maria Lai! Conservo con affetto il libro che l’artista ha realizzato accanto ai ragazzi e mi è caro il ricordo del tempo trascorso insieme.

 

     

     

Museo Man Nuoro, 1999/2000 - 2001/02 – 2002/03 – 2003/04

Cristiana Collu, direttrice del Museo Man di Nuoro ha voluto rendere omaggio a Munari, presentando una nuova mostra, Bruno Munari, il metodo dell’invenzione, curata da Claudio Cerritelli con la consulenza di Paolo Minoli. Accanto alla mostra è stato attivato un laboratorio a mia cura, aperto alle scuole e al pubblico. Per anni ho condotto le attività rivolte alle scuole e al pubblico e una serie di incontri di formazione grazie ai quali è nata una sezione didattica condotta in seguito da operatori locali.

 

   
 

clicca sulle immagini per ingrandire

 

 

   

   

   

I bambini accompagnano i genitori al Museo: innanzitutto per mostrare le loro opere, poi quelle di Munari...

 

Busto Arsizio, dal 1999/2000 al 2004/2005: presso la Fondazione Bandera per l’Arte nasce un Laboratorio permanente condotto secondo il Metodo Bruno Munari®

In occasione della mostra Omaggio a Bruno Munari Alberto Fiz, direttore della Fondazione e curatore della mostra, mi propone di attivare un Laboratorio Munari® rivolto al pubblico, alle scuole e agli insegnanti.

 

Omaggio a Bruno Munari , articolo su Varese mese ottobre, 1999 

scarica

Omaggio a Bruno Munari , articolo su Arte e Cultura, 2000

scarica

 

In seguito al grande successo di pubblico il Laboratorio Munari® diventa un’istituzione permanente della Fondazione, a cura mia e di Michela Dezzani, con la collaborazione di Paola Cappelletti e Maria Grazia Fumagalli. Più di tremila e cinquecento bambini delle scuole materne ed elementari partecipano agli itinerari didattici sui temi di Forma, Segno, Colore e Materie. A questi seguono: Disegnare, colorare, costruire la natura, Giocare con le parole, Giocare con gli strumenti, e una serie di laboratori dedicati ai più piccoli sul tema della plurisensorialità, della carta e del cartoncino ondulato. Tutti i sabati sono invece riservati ai bambini per “giocare con l’arte” insieme alle famiglie. I temi spaziano da quelli collegati ai diversi periodi dell’anno, alle mostre in corso (per esempio Fausto Melotti. Segno, musica e poesia vedi Gioco arte) e ad alcuni incontri con gli artisti, tra cui Pierluigi Pusole e Corrado Bonomi.

 

 

Con Alberto Fiz, Michela Dezzani, Grazia Fumagalli e Paola Cappelletti

 

 

     
   

clicca per ingrandire

 

     

     

C’è chi corre, chi gioca, chi spiega all’amica la tecnica utilizzata e chi accompagna i genitori a visitare la mostra.

 

Inoltre abbiamo promosso alcune mostre collegate alla programmazione delle attività didattiche: nel 2003 la mostra-gioco, ideata dalla Cooperativa Giannino Stoppani, ABC – Alfabeti per il nuovo millennio, un percorso interattivo nel mondo della scrittura. Nel 2003/04 Progetto libro, con tre mostre affiancate da una serie di iniziative didattiche.

 

Abc: lettere figure scritture a Busto Arsizio

http://staging.aiap.it/notizie/403/2    scarica pdf

 

Progetto Libro

clicca per ingrandire

 

   

 

 

Brugherio, laboratori e formazione dal 1994/95 al 1998/99


 

Faenza, Laboratorio Giocare con l’Arte, Museo Internazionale delle Ceramiche, 1990 - 1993 - 1994 - 1995 - 1997 - 1998

 

Il bellissimo Laboratorio “Giocare con l’Arte” progettato da Munari per volere del direttore del Museo, Gian Carlo Bojani, in quegli anni era diretto da Ivana Anconelli che mi ha proposto di condurre una serie di incontri di formazione. Dai Laboratori Tattili, dal Lab-Lib e Creare con materiali naturali, a Tutto Bianco, fino a Come evitare gli stereotipi, Tutto verde: forme, segni e colori in natura, e Alfabeti.

 

Un Girotondo tattile alla scoperta dei materiali e delle loro qualità. E scale di valori tattili per approfondirne la conoscenza.

Il giardino secco di Loretta. Photo Antonio Masotti

 

I collaboratori del Laboratorio

Michela Dezzani, dopo essere stata un’allieva appassionata per anni a partire dal 1989, nel 2000 diventa co-responsabile del Laboratorio permanente nato presso la Fondazione Bandera per l’Arte di Busto.

Collaborano inoltre Annalisa Masala, Paola Cappelletti, Grazia Fumagalli e Cinzia Corti. Ed Emanuele la Loggia per la realizzazione digitale del sito e dei power point per presentare il Laboratorio.

I fotografi del Laboratorio

La documentazione fotografica di inizio e fine anno è stata realizzata in principio da Ada Ardessi, grande esperta nel cogliere i momenti più significativi dei bambini in attività; poi da Atto Belloli e da mio figlio Luca Cenerelli, che bene hanno proseguito l’opera, osservando e imparando da Ada.

A partire dalla metà degli anni Novanta, ha proseguito Luca, documentando le iniziative principali fino alla realizzazione della maggior parte delle immagini pubblicate nei miei libri.

 

 

 

pagina in aggiornamento

 
     
 
Copyright © Beba Restelli. Tutti i diritti sono riservati