Home   Giocare con Munari   Beba   Il Lab   Proposte  Mostre Lab   Gioco Arte   Libri   Chi è BM  Video  Bibliografia   Press   Eventi   

 
 

 


Ma che cos'è il Gioco dell'Arte? Un modo nuovo di vivere il museo



Il Gioco dell'Arte è un progetto ideato nel 1991 da Beba Restelli e da Pia Antonini, storica dell'arte ed esperta di didattica museale, che riprende l'esperienza di Giocare con l'Arte di Munari a Brera nel 1977. L’obiettivo è avvicinare i bambini all’arte appassionandoli con il fare: lasciamo che il bambino faccia delle scoperte, che si ponga delle domande... il bambino conosce così, dice Piaget. Si impara facendo.

 

Nel Gioco dell’arte il ‘fare’ precede il guardare’

Si comincia al Laboratorio con lo sperimentare le tecniche dell’arte, liberi dall’influenza e dai modelli degli adulti. Si prosegue con l’osservare le opere degli artisti al museo, dove potranno riconoscere ciò che hanno appena sperimentato, incuriositi di vedere che cosa hanno fatto i grandi con le ‘loro’ tecniche e il desiderio di saperne di più.

Un esempio recente:

Palermo, Museo regionale d’arte moderna e contemporanea, 2019

I bambini del Convitto Nazionale “G. Falcone” sperimentano la tecnica del segno colorato e della trasparenza prima dell’incontro con le opere di Carla Accardi.

 

     
 

Tre laboratori condotti da Beba Restelli, con la collaborazione di Rosanna Nauta del Convitto e l’assistenza di Tatiana Giannilivigni, Federica Tagliaferri e Alessia Argento: “Segni, colori e trasparenze in forma di libro”, “Sculture pieghevoli per un libro-scultura”, “Segni e parole in forma di rotolo”. 

 

Tecnica del piega e taglia

Anche Luigi Biondo, direttore del Museo, è venuto a trovarci!

Sculture pieghevoli

     

Tecnica della cancellatura

E dopo il fare la riflessione

I bambini commentano l'opera di Emilio Isgrò

 

A ciascun laboratorio è seguito l’incontro con l’artista (Carla Accardi, Michele Cossyro, Emilio Isgrò), condotto dalla dott.ssa Rosaria Raffaele Addamo, storica dell’arte, responsabile del Settore Educazione del Museo Riso.

A conclusione delle attività è stata allestita una mostra all’interno della sala Kounellis dove si sono svolti i laboratori.

 

 

https://www.museoartecontemporanea.it/event/progetto-educativo-narciso-im-pagina/

 
 

Roma, Musei Vaticani, 2018

"Toccare per conoscere e costruzione di un libro tattile"

Laboratorio tattile dedicato a un piccolo gruppo di bambini ipovedenti dell’Ospedale Bambino Gesù, organizzato da Isabella Salandri, coordinatrice delle attività di didattica speciale. Visita tattile sensoriale alla "Galleria degli animali" a cura di Francesca Fiorucci, storica dell’arte, e laboratorio a mia cura con la collaborazione di Roberta Isola.

 

Alla scoperta dei materiali

Massimi contrasti

La scatola delle sorprese tattili

Fare libri per tutti i sensi

       

Libri da raccontare toccando...

                                                                             Un leone da accarezzare...

 

Il Gioco dell'Arte: un po' di storia


1991 - 1995 Il Gioco dell’Arte si svolge presso il Laboratorio e prosegue sia in diverse realtà museali ed espositive sia nella città. Dal tetto del Duomo alla scoperta di animali fantastici e alle forme geometriche nascoste nel pavimento della Galleria Vittorio Emanuele. Ogni anno esplora un tema diverso, come "Le tecniche di base", "L'arte e la natura" o "I bambini e la città".

Il Museo diventa un bel gioco se si dà la caccia ai formati. Pia Antonini, Beba Restelli, L'Unità 13-12-1996


1995 - 1996 Si “gioca” con Andy Warhol alla Fondazione Mazzotta di Milano.


1996 - 1997 Laboratori creativi e didattici presso la Fondazione Arte e Civiltà per la mostra “Riflessi di Roma. L’impero dei Romani e i Barbari del Baltico”, in collaborazione con la Provincia di Milano.

1998 - 2000 Il Gioco dell’Arte prosegue alla Pinacoteca di Brera in collaborazione con gli Amici di Brera.


1999 - 2001 Laboratori creativi e didattici presso la Fondazione Bandera per l’Arte a Busto Arsizio.

 

           

     


Giocare con Melotti: "Tutti scultori con i fili d'ottone", alla Fondazione Bandera per l'Arte, Busto Arsizio, 28 ottobre 2001.
 

 

(pagina da completare)

 

 

 

 

 
     
 
Copyright © Beba Restelli. Tutti i diritti sono riservati